Luigi Ioculano, medico di Gioia Tauro ucciso nel 1998
Luigi Ioculano, medico di Gioia Tauro ucciso nel 1998

Nel misterioso omicidio di Luigi Ioculano, le trame tra 'ndrangheta e politica

Il boss Piromalli voleva candidare a sindaco di Gioia Tauro questo medico di base con una forte passione civica, suo amico d'infanzia, ma lui si rifiutò. Il suo assassinio, tuttora senza risposte, racconta chi ancora comanda nella Piana

Francesco Donnici

Francesco DonniciGiornalista Corriere della Calabria

14 giugno 2021

Gioia Tauro, la mattina del 25 settembre 1998 è stato ucciso un uomo, Luigi Ioculano, un medico impegnato in politica. Lo hanno ucciso sulla porta del suo studio, in circostanze mai del tutto chiarite. Tra gli imputati, condannati in primo grado e poi assolti in appello, anche il capo della cosca Piromalli, tutt’ora egemone nella Piana. “Credo che l’omicio di Ioculano contenesse già le tracce dei rapporti ambigui tra una certa borghesia professionale e la ‘ndrangheta, che stiamo provando a focalizzare con il processo Gotha" spiega a lavialibera  Stefano Musolino, sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria. “Oggi abbiamo più chiara l’idea che è difficile segnare una linea di demarcazione netta tra buoni e cattivi – continua Musolino –. La Piana è stata un laboratorio straordinario di queste dinamiche e la 'famiglia' Piromalli è sempre stata prossima agli ambienti politici”.

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar