2018, Washington, le bandiere che rappresentano le identità transgender (Ted Eytan/Flickr)
2018, Washington, le bandiere che rappresentano le identità transgender (Ted Eytan/Flickr)

Alec Trenta: "Così sono nato due volte"

Nella graphic novel Barba, l'autore romano racconta il suo passaggio da donna a uomo. "L'invito è cercare qualcosa che ci faccia stare bene"

Natalie Sclippa

Natalie SclippaRedattrice lavialibera

19 aprile 2022

Si può nascere due volte? Sì, e Alec Trenta lo racconta nella sua graphic novel Barba (Laterza, 2022), un libro che parla della sua transizione, più che da donna a uomo “da disforia a euforia”. Il passaggio da uno stato di inquietudine, in cui non si riconosce, a una dimensione in cui mente e corpo sono invece a loro agio. “Quando ti senti bene – dice l’autore a lavialibera – inizi ad ascoltare gli altri e a vivere meglio. Ho avuto la fortuna di avere una transizione luminosa”. Alec ha 23 anni, è nato a Roma e vive a Urbino, dove studia grafica applicata all’editoria, “un corso dove ti forniscono degli strumenti e tu decidi come utilizzarli. Prima ho frequentato il liceo classico e tre anni di videomaking, ma mi ritrovavo sempre a tenere il “gatto” (lo strumento per ridurre i suoni dei microfoni, ndr) o a montare le strumentazioni. È stato allora che ho deciso di cambiare strada”.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar