Mondi digitali

Viviamo in un mondo digitale, immersi nelle innumerevoli declinazioni di una tecnologia che ha cambiato radicalmente le nostre vite. Più corretto quindi parlarne al plurale, come mondi digitali, per tenere conto delle molteplici angolazioni da cui è possibile guardare a questa dimensione della realtà e alla questioni che pone. Urgente, ad esempio, interrogarsi sul valore della rete di internet come bene comune e sull’accesso al digitale come diritto da garantire a chiunque, senza discriminazioni. Di fondamentale importanza per la tutela dei diritti, il capitolo legato alla gestione dei dati sensibili, che costituiscono un capitale economico per alcuni e che perciò pongono problemi di ordine politico, economico ed etico.

Il mondo digitale, come quello materiale, può trasformarsi nel campo di azione per vecchie e nuove forme di criminalità, ma permettere anche il fiorire di nuove modalità di attivismo e di partecipazione, azzerando le distanze e mettendo in circolo le informazioni. La digitalizzazione apre un mondo di possibilità inedite, ma è lo specchio potenziato di ciò che già viviamo. Meglio tenerlo d’occhio.

Ucraina, la guerra si finanzia anche su Facebook

Ucraina, la guerra si finanzia anche su Facebook

Il social network di Meta ha pubblicato (e poi cancellato) inserzioni a pagamento che invitano a donare denaro per finanziare l'esercito di Zelensky. Una scelta che si scontra con la politica dell'azienda statunitense, che vieta di promuovere …

Ylenia Sina

Ylenia SinaGiornalista

Migranti come criminali

Migranti come criminali

I dati di chi entra illegalmente in Italia vengono inseriti negli stessi database di chi ha commesso omicidi e furti

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

Articolo solo per abbonati
Migranti, discriminati anche sul trattamento dati

Migranti, discriminati anche sul trattamento dati

In Italia ed Europa i migranti irregolari sono schedati e inseriti negli stessi database di chi ha commesso omicidi, furti e altri reati. Con la scusa della sicurezza, i loro dati sono trattati senza trasparenza e necessarie tutele

Laura Carrer

Laura CarrerRicercatrice Hermes e giornalista freelance

Riccardo Coluccini

Riccardo ColucciniGiornalista freelance

La camera wall di Toronto. Foto di Matthew Henry/Unsplash

La privacy è un diritto solo per l'Occidente

Il Parlamento Ue ha chiesto di vietare la sorveglianza biometrica nei luoghi pubblici. Ma la tecnologia continua a essere usata contro i palestinesi

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

Articolo solo per abbonati
Claudio Guarnieri, Amnesty international. Filip Singer/Epa

L'hacker dietro lo scandalo Pegasus: lo spyware usato per spiare Khashoggi

Gli spyware hanno avuto un ruolo nell'assassinio del giornalista saudita. Dietro c'è un'industria milionaria e quasi priva di regole legittimata dalla lotta alla criminalità organizzata e al terrorismo. Intervista a Claudio Guarnieri che, in …

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

Guardiamo il mondo
con occhi diversi

Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage.
Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar