Ex Urss

Con la sigla ex URSS si indicano tutti quegli Stati che appartenevano all’Unione Sovietica e che sono stati protagonisti di una diaspora con alterne fortune, iniziata il 26 dicembre 1991, data ufficiale di dissoluzione del vecchio impero sovietico. Il passaggio storico, traghettato da Gorbaciov prima e da Eltsin poi, non fu certo indolore né portò ai risultati ambiti. Dal disfacimento dell’ex URSS nacquero 14 nazioni (oltre alla Russia), sparse tra Asia ed Europa: Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan, Uzbekistan, Armenia, Azerbaigian, Georgia, Bielorussia, Moldavia, Ucraina, Estonia, Lettonia, Lituania. A distanza di 30 anni, però, quella lunghissima transizione non si è ancora conclusa in modo uniforme. Molte Repubbliche ex sovietiche, infatti, sono attraversate da conflitti separatisti e guerre civili e hanno difficoltà a trovare una stabilità politica ed un benessere economico duraturo. Un esito rispetto al quale l’Europa e l’occidente hanno le loro responsabilità, avendo disatteso molti degli impegni con cui si erano detti pronti a sostenere la fatica della Perestrojka.

Bruxelles, 24 marzo 2022. Draghi, Macron e Biden al vertice Nato per pianificare le strategie contro la Russia (Stephanie Lecocq/Ansa)

Guerra in Ucraina, chiamata alle armi

Con l'inizio del conflitto in Ucraina, non vi è alcun imbarazzo a parlare di guerra e armi. I governi annunciano investimenti senza precedenti nel settore militare e quelli che una volta erano argomenti tabù oggi non lo sono più. Nella corsa agli …

Marco Panzarella

Marco PanzarellaRedattore lavialibera

Ucraina, la guerra si finanzia anche su Facebook

Ucraina, la guerra si finanzia anche su Facebook

Il social network di Meta ha pubblicato (e poi cancellato) inserzioni a pagamento che invitano a donare denaro per finanziare l'esercito di Zelensky. Una scelta che si scontra con la politica dell'azienda statunitense, che vieta di promuovere …

Ylenia Sina

Ylenia SinaGiornalista

Giovani originari del Congo camminano sulla strada che porta al valico di frontiera di Medyka. Polonia, 28.02.2022. Credits: Valerio Muscella

Guerra in Ucraina, i profughi di serie B

Il governo di Varsavia continua a respingere iracheni, siriani e afghani che scappano dai conflitti, violando il diritto d'asilo. Da nove giorni, un gruppo di sei cubani si trova bloccato nella foresta, al gelo, senza mangiare né bere. La volontaria …

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

(Daniele Franchi/Unsplash)

La guerra in Ucraina è una follia

Sulla guerra della Russia contro l'Ucraina ho poche certezze e molti dubbi. Dopo il crollo del muro di Berlino, molte attese di quegli anni si sono realizzate, ma non tutti gli impegni sono stati rispettati: la Russia non è una democrazia, i confini …

Rosy Bindi

Rosy BindiEx ministra della Salute, presidente Commissione antimafia nella XVII legislatura

Due yacht attraccati in un porto della Sardegna (Nazar Haponov/Unsplash)

Guerra in Ucraina, caccia al tesoro degli oligarchi vicini a Putin

Dopo l'avvio della guerra in Ucraina, anche il governo di Mario Draghi, come Usa, Gran Bretagna e Unione europea, insegue le ricchezze degli imprenditori vicini a Vladimir Putin. Alcuni yacht sono stati "congelati", ma il loro valore rappresenta …

Andrea Giambartolomei

Andrea GiambartolomeiRedattore lavialibera

Guardiamo il mondo
con occhi diversi

Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage.
Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar