Flussi migratori

Con 70,8 milioni di persone in fuga nel mondo a fine 2018, i flussi migratori sono uno dei temi caldi della politica nazionale e internazionale. Migrare oggi significa attraversare confini, fisici o naturali, resi sempre più invalicabili da logiche securitarie e nazionalistiche.

 

Per l’Italia i flussi migratori sono ormai sinonimo di barconi, sbarchi e ong, di rotta mediterranea e di rotta balcanica. Queste le uniche alternative alle poche vie di ingresso legali: corridoi umanitari per le persone più vulnerabili e decreto flussi per i lavoratori, soprattutto agricoli. Vie che non tengono conto delle molteplici motivazioni che spingono a partire: guerre, persecuzioni, violazioni dei diritti umani, ma anche povertà, mancato accesso a servizi di base come sanità e istruzione e, non da ultimi, i cambiamenti climatici.

Il funerale di un migrante al confine tra Bielorussia e Polonia. Credits: Ansa

Ue e migranti, Benifei: "Grave errore cedere alle pressioni di Polonia, Lettonia e Lituania"

Bypassando il parlamento, la Commissione europea presenta misure straordinarie per la situazione al confine tra Bielorussia, Polonia, Lettonia e Lituania: renderanno più difficile esercitare il diritto d'asilo e agevoleranno i rimpatri. …

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

Aland, un iracheno di 20 anni, viene portato via dalla Guardia di frontiera. Regge un foglio con scritto: "Voglio asilo in Polonia". Credits: Epa/Martin Divisek

La ferrovia sotterranea polacca che aiuta i migranti a scappare

Una rete di cittadini salva la vita di chi è riuscito ad attraversare la frontiera tra Bielorussia e Polonia, nascondendoli nelle case e allontanandoli in auto dalla zona di confine. Usano app di messaggistica sicura e non ne parlano con nessuno: …

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

I militari polacchi schierati al confine . Credits: ministero dell'Interno polacco

Polonia, nel cuore della zona d'emergenza: "Abbiamo paura di Lukashenko, non dei migranti"

Lavialibera è riuscita a entrare a Kuznica (Polonia), dove possono accedere solo i residenti. A far paura è il presidente bielorusso. Il gioco politico intrappola migliaia di persone. Morto un bimbo di un anno

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

Fabio Turco

Fabio TurcoGiornalista

Un intervento di soccorso della Fundacja Ocalenie. (Foto di Fundacja Ocalenie)

Controlli e intimidazioni. Così la Polonia ostacola gli aiuti alla frontiera

Il governo di Varsavia perseguita e intimidisce le organizzazioni umanitarie che lavorano al confine tra Bielorussia e Polonia. Mentre i migranti vengono respinti. Kalina Czwarnóg (Fundacja Ocalenie) denuncia uno "stato di guerra": "La Polonia sta …

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

Fabio Turco

Fabio TurcoGiornalista

Le capsule di cocaina e i passaporti dei due nigeriani arrestati all'aeroporto di Capodichino nel 2004. Nei loro stomaci piu' di 130 grandi capsule, pari a 2 kg e mezzo di droga (Ciro Fusco/Ansa)

Dagli atenei nigeriani all'Europa. Così i cults sono diventati mafia

Già negli anni Novanta emerge la criminalità organizzata nigeriana e dal 2006 le procure ritengono alcuni gruppi "associazioni mafiose". Negli ultimi anni la destra chiede tribunali speciali ed esercito contro queste organizzazioni in ottica …

Andrea Giambartolomei

Andrea GiambartolomeiRedattore lavialibera

Articolo solo per iscritti

lavialibera sotto l'albero:

3 box regalo per festeggiare informati

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar