Marrakesh Foto di Annie Spratt/Unsplash
Marrakesh Foto di Annie Spratt/Unsplash

Essere donna in Marocco

Il romanzo di Zineb Mekouar, "Il passaporto verde", narra le contraddizioni di un Paese spezzato tra povertà e ricchezza, slancio e rifiuto dell'Occidente

Barbara De Luisa

Barbara De Luisalibreria Friuli (Udine)

Ilari Colussa

Ilari Colussalibreria Friuli (Udine)

29 febbraio 2024

L'amicizia tra Kenza e Fatiha ha gli occhi dell'ingenuità infantile, è pura e sincera. Cresce nella stessa casa, ma ai lati opposti della società. Kenza è la nipote di uno tra gli uomini più potenti di Casablanca, frequenta la scuola europea, parla solo francese e si prepara a lasciarsi alle spalle un Marocco soffocante per andare a studiare a Parigi. Fatiha, invece, è la figlia della sua governante e deve fare i conti con una realtà in cui le ragazze interrompono gli studi non appena i genitori combinano il matrimonio e in cui la libertà è una chimera sognata in silenzio.

Zineb Mekouar, Il passaporto verde, editrice nord
Zineb Mekouar, Il passaporto verde, editrice nord

Sono le protagoniste de Il passaporto verde, romanzo d'esordio di Zineb Mekouar, tradotto da Giuseppe Maugeri ed edito dalla casa editrice Nord. L'autrice franco-marocchina dipinge nelle sue pagine un affresco del Marocco contemporaneo intriso di contrasti: tradizione e modernità, fascino e rifiuto dell'Occidente, povertà schiacciante e ricchezza appariscente.

La rivista

2024 - numero 25

African dream

Ambiente, diritti, geopolitica. C'è un nuovo protagonista sulla scena internazionale

African dream
Vedi tutti i numeri

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar