La camera wall di Toronto. Foto di Matthew Henry/Unsplash
La camera wall di Toronto. Foto di Matthew Henry/Unsplash

La privacy è un diritto solo per l'Occidente

Il Parlamento Ue ha chiesto di vietare la sorveglianza biometrica nei luoghi pubblici. Ma la tecnologia continua a essere usata contro i palestinesi

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

10 dicembre 2021

In Occidente il riconoscimento facciale è sotto scrutinio. A ottobre il Parlamento europeo ha avuto il coraggio di esporsi per la prima volta contro la sorveglianza biometrica. In una risoluzione adottata con 377 voti a favore ha chiesto alla Commissione un divieto permanente sull’uso di questi strumenti nei luoghi pubblici. Un piccolo passo in avanti secondo molte organizzazioni che da tempo denunciano quanto la tecnologia sia intrusiva, nonché fallace: è infatti dimostrato che l’intelligenza artificiale eredita le discriminazioni presenti nella società, automatizzandole. Per esempio, un’inchiesta del giornale investigativo ProPublica ha svelato che Compas, un sistema che alcune autorità Usa sfruttano per capire chi ha più probabilità di commettere un crimine, commette un numero sproporzionato di falsi positivi quando valuta persone di colore: classifica ad alto rischio individui che poi però non commettono alcun reato.

Più etica e trasparenza per gli algoritmi che governano il mondo

La rivista

2022 - numero 15

Povero lavoro

Lavorare non garantisce né sicurezza economica né qualità della vita. Più di una persona su 10 si trova in condizioni di povertà anche se ha un lavoro, mentre cresce il numero di chi non ce la fa più a sopportare il peso di competizione e performance sempre più alte

Povero lavoro
Vedi tutti i numeri

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar