Andrea Sarubbi e Fabio Granata presentano alla Camera la proposta di modifica della legge sulla cittadinanza. Credits: C. Onorati/Ansa
Andrea Sarubbi e Fabio Granata presentano alla Camera la proposta di modifica della legge sulla cittadinanza. Credits: C. Onorati/Ansa

Riforma della cittadinanza e politica: dieci anni di bla bla bla

Della riforma della cittadinanza verso uno ius soli temperato si discute dal 2009 con la proposta Sarubbi-Granata. In seguito ci hanno provato i ministri Ricciardi e poi Kyenge. I parlamentari di centrodestra e M5s la rinviano con argomentazioni fantasiose, utili a nascondere paura e razzismo

Andrea Giambartolomei

Andrea GiambartolomeiRedattore lavialibera

10 dicembre 2021

"Sarei molto felice se il governo di Mario Draghi fosse quello in cui dar vita alla normativa dello ius soli". Il 14 marzo 2021 Enrico Letta diventa segretario del Partito democratico e rilancia la riforma della cittadinanza per i figli dei migranti. Apriti cielo. I politici e i media di destra, Matteo Salvini e Giorgia Meloni sopra tutti, recuperano il repertorio di dichiarazioni contrarie. "Solo un marziano, solo uno che arriva da Parigi o da Marte, in un Paese con le scuole chiuse, gli asili chiusi, le università chiuse, le fabbriche in difficoltà e gli italiani che hanno problemi di salute fisica e mentale, si occupa di regalare la cittadinanza agli immigrati", dice il leader leghista. 

lavialibera sotto l'albero:

3 box regalo per festeggiare informati

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar