Pnrr

Pnrr è la sigla che identifica il Piano nazionale di ripresa e resilienza, cioè il pacchetto di investimenti e riforme varato nel 2021 dal governo italiano come risposta alla crisi innescata dalla pandemia di Covid-19. Il Piano, che vale 191 miliardi di euro ed è articolato in 6 missioni, serve a dare attuazione al programma Next Generation EU, con cui l’Unione Europea ha messo in campo oltre 800 miliardi di euro per favorire la ripresa economica continentale, scegliendo di puntare in maniera deciso su green e digitale. Gli interventi previsti dal Pnrr devono essere sviluppati nell’arco di 6 anni e quindi entro il 2026. Grande opportunità o ennesima occasione mancata? Sulla carta, il Piano nazionale di ripresa e resilienza dovrebbe rientrare nella prima opzione, ma il rischio che si cada nella seconda è concreto, soprattutto se non saranno attuati i dovuti controlli. D’altra parte, la corposa “torta” a disposizione ha acceso molti interessi e la sopravvenuta guerra in Ucraina, con la crisi energetica che ne consegue, ha spinto qualcuno a rimettere in discussione le scelte fatte, soprattutto in materia di transizione ecologica.

Palazzo Chigi, 11 luglio 2023. Il Ministro agli Affari Europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto, durante la conferenza stampa al termine della riunione della Cabina di Regia sul piano (Governo.it/CC-BY-NC-SA 3.0 IT)

Pnrr, Libera e Gruppo Abele: la trasparenza è (ancora) una chimera

La confusione sui progetti del Recovery fund rimane grande, come evidenzia la seconda fase dell'indagine Pnrr a raggi X. Eppure Giorgia Meloni non sembra preoccupata, nonostante i continui ritardi sui progetti che hanno fatto slittare anche la …

Martina Cataldo

Martina CataldoCollaboratrice lavialibera

6 giugno 2023, Roma. La presidente della Commissione antimafia Chiara Colosimo insieme al procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, Giovanni Melillo (Angelo Carconi/Ansa)

Melillo in Antimafia: "Attenzione a ridurre i controlli sul Pnrr"

Prima audizione della commissione antimafia presieduta da Chiara Colosimo. Ascoltato il procuratore nazionale antimafia Giovanni Melillo, sollecitato soprattutto in materia di controlli e verifiche sulla spesa dei fondi del Pnrr

Andrea Giambartolomei

Andrea GiambartolomeiRedattore lavialibera

Fonte: rawpixel

Pnrr: i comuni del Sud più in difficoltà a fornire i dati

I problemi che ostacolano la partecipazione ai bandi del Piano di ripresa e resilienza sono tanti e monitorarli è difficile. I dati della prima indagine partecipata di monitoraggio del Pnrr organizzata da Libera e lavialibera

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

Photo by Markus Spiske on Unsplash
Play Video

Trasparenza, prima inchiesta partecipata sul Pnrr

Grande è la confusione sotto i cieli del Pnrr. Le piattaforme istituzionali, come Italia Domani e OpenCUP, riportano dati vecchi e insufficienti sui "circa" 73mila progetti programmati finora. I Comuni non fanno meglio. In occasione della Giornata …

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

Elezioni 2022: mancano misure contro la povertà

Elezioni 2022: mancano misure contro la povertà

La campagna elettorale ha dimenticato temi importanti per la stabilità del Paese. 600 associazioni manifesteranno in piazza il 5 novembre per chiedere un cambio di rotta

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

Informarsi è un gesto radicale

Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage.
Per rimettere in gioco un futuro che sembra già scritto

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar