Diritti dei lavoratori

La storia dei diritti dei lavoratori, in Italia, è il racconto di una battaglia lunga e complessa, che ancora oggi non si può dire terminata. Due sono le pietre miliari di questo percorso: la Costituzione e lo Statuto dei diritti dei lavoratori. La Costituzione, dopo l’affermazione di principio che vuole la Repubblica italiana fondata proprio sul lavoro, torna sul tema in diversi articoli, sancendo i seguenti diritti fondamentali dei lavoratori: retribuzione proporzionale all’attività svolta, ferie e riposo settimanale, parità di trattamento tra uomo e donna, assistenza in caso di infortunio, malattia o vecchiaia, associazione sindacale, sciopero. Dopo l’approvazione della Costituzione, però, furono necessari circa 25 anni affinché quei principi trovassero dettaglio in una normativa organica espressamente dedicata ai lavoratori, cioè le legge 300/1970, la cui entrata in vigore è stata frutto di una stagione di forti lotte sindacali alla fine degli anni ‘60. Per decenni, lo Statuto dei lavoratori ha rappresentato un simbolo ma anche uno strumento efficace di tutela.
Oggi la sua capacità di incidere sul mercato del lavoro appare appannata, a causa di alcune modifiche che ne hanno minato l’impianto di base ma soprattutto in conseguenza delle profonde mutazioni che hanno attraversato il tessuto sociale ed economico.

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando (Governo.it / CC-BY-NC-SA 3.0 IT)

Il ministro Orlando: "Il futuro del lavoro passa dai diritti digitali"

Algoritmi che valutano le prestazioni, app che fanno incetta di dati: un modello che si sta espandendo anche in settori tradizionali dell'economia. Intervista al ministro del Lavoro Andrea Orlando

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

(Marten Bjork/Unsplash)

La grande fuga dal lavoro

Povertà, infortuni, morti, nuove forme di sfruttamento, malessere e stress. Siamo certi che a queste condizioni lavorare sia ancora una forma di libertà?

Elena Ciccarello

Elena CiccarelloDirettrice responsabile lavialibera

Un palazzo di uffici a Manhattan (Vladimir Kudinov/Unsplash)

La società della performance soffre e non sa più sognare

Il lavoro fagocita gran parte del nostro tempo e la sfera personale rischia di fondersi con quella professionale, in un meccanismo che può provocare dolore fisico e mentale. La psicoterapeuta Agnese Donati spiega dove nasce il malessere e da quali …

Marco Panzarella

Marco PanzarellaRedattore lavialibera

Articolo solo per abbonati
Gli uffici di Google, a Londra (Dylan Nolte/Unsplash)

Lavorare non basta

Avere un impiego non è più sufficiente per vivere dignitosamente. Gli stipendi sono bassi, proliferano i contratti a termine e si allarga l'esercito degli autonomi, alla mercè di un sistema che non offre alcun sostegno

Andrea Dotti

Andrea DottiGiornalista

Articolo solo per abbonati
(JavyGo/Unsplash)

L'Ue: i fattorini su due ruote vanno assunti

La Commissione europea ha presentato una proposta di direttiva in cui fissa i criteri per stabilire se un lavoratore digitale è subordinato

Rosita Rijtano

Rosita RijtanoRedattrice lavialibera

Articolo solo per abbonati

Guardiamo il mondo
con occhi diversi

Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage.
Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar