Napoli, 17 Settembre 2023. Il procuratore nazionale antimafia Giovanni Melillo (c) al Parco Verde di Caivano in visita a don Patriciello (Cesare Abbate/Ansa)
Napoli, 17 Settembre 2023. Il procuratore nazionale antimafia Giovanni Melillo (c) al Parco Verde di Caivano in visita a don Patriciello (Cesare Abbate/Ansa)

Caivano, storia di abbandono e solitudine

Nel comune campano, dove due bimbe sono state abusate, lo Stato ha proposto un'azione di bonifica, quando invece servirebbe assistere i più fragili

Marco Bouchard

Marco BouchardPresidente onorario Rete Dafne Italia

12 settembre 2023

Vittime e solitudine sono sinonimi. Se la vittima muore gli altri rimangono soli, privati della sua presenza. Se invece sopravvive, perde delle parti di sé, può diventare sola a se stessa, non riconoscersi. L’offesa, in particolare quella criminale, è sempre disconoscimento dell’altro e il primo effetto nella persona colpita è proprio la ricerca di essere ri-conosciuta.

È esperienza frequente per le vittime, purtroppo, quella di non suscitare accoglienza, vicinanza e solidarietà: di essere lasciate sole

È esperienza frequente per le vittime, purtroppo, quella di non suscitare accoglienza, vicinanza e solidarietà: di essere lasciate sole proprio da chi dovrebbe proteggerle. Abbiamo un’innata tendenza a cercare nella stessa vittima le ragioni, se non la causa, della loro stessa disgrazia, quasi a dover accertare una sorta di meritevolezza dell’offesa subita. Persino gli ebrei, tra i loro tentativi di comprendere il significato ultimo dell’immane tragedia che fu la Shoah, arrivarono ad accusarsi per la loro infedeltà verso Dio. A volte si è vittime proprio perché si è lasciati soli come sanno i morti eccellenti, i servitori dello Stato, raggiunti dalla criminalità organizzata. Anche i mafiosi, a loro volta, cadono proprio quando vengono meno le cautele con cui si proteggono.

La rivista

2023 - numero 24

La pace è un altro gioco

Non esiste una sola pace, ma paci diverse, al plurale. Giuste e ingiuste, stabili e instabili. Per costruirle ci vogliono impegno e fatica, perciò le guerre è meglio prevenirle che curarle

La pace è un altro gioco
Vedi tutti i numeri

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar