Beni comuni

I beni comuni, secondo la definizione elaborata da Stefano Rodotà, si caratterizzano perché strumentali al godimento dei diritti fondamentali della persona. Per questa ragione, la loro gestione deve essere collettiva, superando la dicotomia tra pubblico e privato. Sono beni comuni, quindi, aria, acqua, foreste e, in generale, tutte le risorse naturali, nonché quelle archeologiche, ambientali e culturali.

 

A livello internazionale, la teoria della gestione collettiva dei beni comuni è stata ampiamente elaborata da Elinor Ostrom, politologa statunitense e Premio Nobel per l’economia nel 2009. È stata lei la prima a contestare il modello della “Tragedia dei beni comuni”, che negava la possibilità di identificare una terza via tra libero mercato e statalismo. In Italia, uno dei momenti di massima mobilitazione sull’argomento è stata la campagna referendaria per l’acqua pubblica del 2011. Oggi, il tema dei beni comuni si intreccia con le grandi questioni ambientali, con le lotte per i diritti sociali e con le nuove elaborazioni su democrazia e cittadinanza.

Fantapolitica!, ovvero sognare un'altra politica

Fantapolitica!, ovvero sognare un'altra politica

Di giovani si parla poco e solo in campagna elettorale. La storia di Fantapolitica!, piattaforma di supporto per candidatə di sinistra con meno di trent'anni

Chiara Camporese

Chiara Camporesestudentessa

Giulia Muia

Giulia Muiastudentessa

Roma, 24 novembre. Nella nuova sede di Libera l'incontro "Raccontiamo il bene", esito del censimento delle esperienze di riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie

Libera e gestori: "Segnali preoccupanti" sui beni confiscati

Con "Raccontiamo il bene", Libera e molti gestori di beni confiscati rinnovano l'impegno, offrono supporto alle amministrazioni e chiedono alla politica uno sforzo maggiore, soprattutto in un periodo in cui le norme vengono messe in discussione e i …

Andrea Giambartolomei

Andrea GiambartolomeiRedattore lavialibera

Rimini, 25 agosto 2023. Sergio Mattarella al Meeting di Rimini (Quirinale)

Rosy Bindi: "La felicità è costruire la pace"

La politica ha perso la capacità di pensare il futuro, si è ritirata nella gestione del presente, con l'obiettivo di conservare il potere. Ma la resa è un cattivo servizio alla comunità

Rosy Bindi

Rosy BindiEx ministra della Salute, presidente Commissione antimafia nella XVII legislatura

Roma, 28 giugno 2023. La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, durante un intervento alla Camera dei Deputati

La sindrome non-democratica dell'attuale governo

Nel nostro Paese sopravvive un blocco conservatore che non ha mai pienamente accettato i contenuti della nostra Costituzione. Ma paura e diseducazione democratica sono una miscela esplosiva di fronte al precipitare delle crisi attuali

Rosy Bindi

Rosy BindiEx ministra della Salute, presidente Commissione antimafia nella XVII legislatura

Sanità, risorse tagliate e sempre più privato
Play Video

Sanità, risorse tagliate e sempre più privato

La sanità italiana è in affanno: tra ospedali vecchi e posti letto mancanti, i finanziamenti pubblici sono ai minimi storici e sempre più medici e infermieri lasciano il pubblico per passare al privato. 14 scienziati chiedono al Governo di …

Marco Panzarella

Marco PanzarellaRedattore lavialibera

Davide Romanelli

Davide RomanelliGrafico

Informarsi è un gesto radicale

Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage.
Per rimettere in gioco un futuro che sembra già scritto

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar