"Demolite il muro dei brevetti: liberate i vaccini". Foto di Noprofitonpandemic
"Demolite il muro dei brevetti: liberate i vaccini". Foto di Noprofitonpandemic

Vaccini per tutti

Per uscire dalla pandemia bisogna immunizzare più persone possibili. Ma ai Paesi poveri sono arrivate un settimo delle dosi promesse

No profit on pandemic

No profit on pandemic

10 dicembre 2021

"Il mondo è sull'orlo di un catastrofico fallimento morale. Il prezzo sarà pagato dai Paesi più poveri", avvertiva a gennaio Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Detto fatto: Covax, l’iniziativa Oms per garantire l’accesso ai vaccini in modo equo nel mondo, non ha dosi sufficienti. Secondo il report Una dose di realtà della People’s Vaccine Alliance, le dosi inviate ai Paesi in via di sviluppo sono 261 milioni, anziché gli 1,8 miliardi promessi. Secondo il sito di pubblicazione scientifica Our world in data, in Paesi come Camerun, Madagascar, Chad, Haiti, Sud Sudan, Repubblica democratica del Congo e Burundi solo l’un per cento della popolazione è stata vaccinata con almeno una dose

"I vaccini bene comune, basta ricatti da Big Pharma"

La rivista

2022 - numero 18

Oltre le convenzioni

Nel dicembre del 2000, a Palermo veniva firmata la Convenzione Onu contro il crimine organizzato transnazionale, presentata in termini trionfalistici come una svolta nella lotta ai fenomeni mafiosi in tutto il mondo. Ma cosa è cambiato da allora? Qual è lo stato dell'arte in fatto di contrasto ai traffici illeciti globali?

Oltre le convenzioni
Vedi tutti i numeri

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar