Libera ha lanciato a Palermo quattro proposte dell'agenda civica transnazionale, a oltre vent'anni dalla Convenzione delle Nazioni unite
Foto di Chris Slupski/Unsplash
Foto di Chris Slupski/Unsplash

Libera: la Convenzione di Palermo e l'importanza della società civile

Promozione dell'uso sociale dei beni confiscati, monitoraggio civico e anti-corruzione, contrasto a tratta e traffici, diritto alla verità per le vittime delle mafie. Sono i punti dell'agenda civica transnazionale rilanciata da Libera a Palermo, a oltre vent'anni dalla Convenzione delle Nazioni unite

23 dicembre 2022

Il 29 e 30 ottobre 2022 nella città di Palermo, negli spazi della Zisa si sono tenuti due giorni di lavori promossi da Libera dedicati a una riflessione internazionale e multidisciplinare, a distanza di oltre vent’anni dalla Convenzione di Palermo. Lo scambio nel corso delle giornate è stato arricchito da voci diverse, all’interno di un format ibrido che ha permesso la presenza di gran parte delle realtà che avevano partecipato allora ai lavori della Convenzione, ma anche di quelle che si sono messe all’opera negli anni successivi.

La rivista

2022 - numero 18

Oltre le convenzioni

Nel dicembre del 2000, a Palermo veniva firmata la Convenzione Onu contro il crimine organizzato transnazionale, presentata in termini trionfalistici come una svolta nella lotta ai fenomeni mafiosi in tutto il mondo. Ma cosa è cambiato da allora? Qual è lo stato dell'arte in fatto di contrasto ai traffici illeciti globali?

Oltre le convenzioni
Vedi tutti i numeri

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar